Logo Piave agenzia di marketing e comunicazione digitale
Il blog di Piave: stories, analisi, notizie.

Ott 16, 2023 | Lavoro

Salario minimo

Qual è la situazione della questione salariale in Italia?

Proviamo a fare un quadro servendoci delle dichiarazioni dei leader dell’opposizione rese prima e dopo la presentazione della proposta di legge per un salario minimo, fissato a 9 euro l’ora.

Sono più di 3 milioni le lavoratrici e i lavoratori che sono poveri anche se lavorano”, aveva dichiarato la segretaria del PD, Elly Schlein, a marzo scorso. Nel 2021 il Ministero del Lavoro riprende e amplia la definizione di lavoratore “povero” di Eurostat.

Ha tra i 18 e i 64 anni, è occupato al momento della rilevazione, ha lavorato per almeno un mese nell’anno di riferimento e in un anno ha un reddito disponibile equivalente (calcolato sulla base dei membri della famiglia) inferiore alla soglia della “povertà relativa.

Su questi criteri, oggi ci sarebbero quasi 3 milioni di occupati poveri in Italia.

Guarda invece fuori dall’Italia Carlo Calenda, leader di Azione, che dice: “Siamo l’unico Paese del G7 che non ha il salario minimo” imposto per legge. Negli Stati Uniti, in Giappone, in Francia e in Canada, il salario minimo esiste da oltre trent’anni. È più recente in Germania e Regno Unito. Come scrive l’Ocse, la Francia è il Paese con il salario minimo reale più alto: 12,6 dollari l’ora. Seguono Germania (12,2), Regno Unito (11,3), Canada (10,6), Giappone (8) e Stati Uniti (7,3).

Il presidente del M5S, Giuseppe Conte, si rivolge invece direttamente al Governo Meloni: “In modo consapevole sta programmando un incendio sociale”.

Se la profezia si avverasse, si tratterebbe di una rivolta guidata dalle donne e dai giovani. Come dichiarato infatti dal professore di Diritto del lavoro Marco Barbieri tra i “4.578.535 lavoratori che guadagnano meno di 9 euro lordi l’ora” rientrano “il 38% delle persone con meno di 35 anni e il 26% delle lavoratrici”. Quindi quasi quattro su dieci degli under 35 e una su quattro tra le donne che lavorano.

Crediamo, Costruiamo, Connettiamo.

Siamo professionisti del digitale accomunati dalla convinzione che a partire dai dati si possano creare le migliori strategie di comunicazione. Ogni nostro progetto parte con una domanda, “perché?” Al come ci pensiamo noi!

Vuoi ricevere news sul mondo
della Comunicazione Digitale?

Conosci Piave?

Comincia da Qui.
Hai voglia di conoscere le nostre idee sul Digital Marketing?